Contatore visite
contatore visite
Statistiche
Abbiamo 68 membri registrati
L'ultimo utente registrato è ironxm

I nostri membri hanno inviato un totale di 487 messaggi in 233 argomenti
Cerca
 
 

Risultati per:
 


Rechercher Ricerca avanzata

Ultimi argomenti
» Il mistero di Polybius
Lun Lug 16, 2012 1:29 pm Da Hapgood

» Alcune nozioni di chimica.
Sab Ott 29, 2011 12:22 pm Da Ken-Scienza

» Perché lo skateboard rimane attaccato quando si salta?
Mer Set 21, 2011 12:59 pm Da Ken-Scienza

» Il rimbalzo del suono.
Ven Ago 12, 2011 1:04 am Da Ken-Scienza

» L'effetto Doppler
Ven Ago 12, 2011 12:33 am Da Ken-Scienza

» Cosa sono le costellazioni?
Dom Lug 24, 2011 3:51 pm Da Ken-Scienza

» Cosa piangiamo?
Sab Lug 23, 2011 4:09 pm Da Ken-Scienza

» Cos'è un fluido non newtoniano?
Ven Lug 22, 2011 12:09 am Da Ken-Scienza

» Tecnotorri: i grattaceli del futuro
Gio Lug 07, 2011 1:27 pm Da Ken-Scienza

Mi Piace ScienzaOnline
Bookmarking sociale

Bookmarking sociale digg  Bookmarking sociale delicious  Bookmarking sociale reddit  Bookmarking sociale stumbleupon  Bookmarking sociale slashdot  Bookmarking sociale yahoo  Bookmarking sociale google  Bookmarking sociale blogmarks  Bookmarking sociale live      



Conserva e condividi l'indirizzo di sul tuo sito sociale bookmarking

Mi piace

Wormhole: buco bianco

Andare in basso

Wormhole: buco bianco

Messaggio Da Hapgood il Lun Gen 24, 2011 11:16 am



Albert Einstein e Nathan Rosen furono i primi a parlare di buco bianco, come di ipotetica controparte di un buco nero.
Poiché le leggi della fisica sono simmetriche rispetto al tempo, si ipotizza che esistano oggetti antitetici ai buchi neri. Mentre un buco nero cattura la materia che entra nel suo campo gravitazionale ma non lascia uscire neppure la luce, esisterebbero oggetti che emettono materia ma nei quali niente può entrare. Tali oggetti altamente speculativi (speculativi nel senso chenon si può ancora dimostrarne l'esistenza e quindi ci si specula e ci si "chiacchiera" per cosi dire)vengono chiamati buchi bianchi.
Il grande inconveniente di tutti i modelli dei buchi bianchi è che la regione attorno alla singolarità di un buco bianco, come quella attorno alla singolarità di un buco nero, dovrebbe avere un intenso campo gravitazionale, che attrarrebbe la materia verso di sé. I calcoli suggeriscono che tutto ciò che cade verso un buco bianco, materia o radiazione che sia, guadagnerebbe tanta energia da nascondere la singolarità in un cosiddetto "foglio blu", trasformandola rapidamente in un buco nero.
Ad oggi non è stato scoperto alcun campo antigravitazionale che sia in grado di produrre questo effetto, quindi l'esistenza dei buchi bianchi rimane nell'ambito del puramente teorico e speculativo. Un cunicolo spazio-temporale a senso unico potrebbe essere generato da un buco nero collegato a un buco bianco, se quest'ultimo venisse effettivamente scoperto.
Poco tempo dopo la scoperta dei quasar, si suggerì che la violenta emissione di energia associata a questi oggetti (e anche alle galassie attive e a certi radiosorgenti) potrebbe essere un esempio di attività dei buchi bianchi, ma questa idea non è mai stata accettata dagli astronomi. La proposta è stata definitivamente respinta con la proposta del meccanismo del disco di accrescimento (in astronomia,struttura formata da materiale che cade in una sorgente di campo gravitazionale: es. pianeta circondato di detriti provenienti da un impatto tendono ad allineare la rotazione del disco. L'attrito tra le particelle del disco genera calore e dissipa il momento orbitale, causando la caduta del materiale del disco verso il centro in lente spirali, finché non impatta contro il pianeta cioè il corpo centrale con il campo gravitazionale più forte. Fatemi sapere se sono stato chiaro perché a parole sembra difficile ma non lo è in realtà).
Inoltre gli spettri dei quasar contengono sempre radiazioni del Ferro, e ciò contraddice la possibilità di "genesi di materia" così elaborata, da un quasar. Un buco nero non sarebbe altro che una specie di pozzo senza fondo, nel quale la materia entra e si accumula. Ma fino a quando? Un buco nero non sarebbe altro che una specie di pozzo senza fondo, nel quale la materia entra e si accumula. Ma fino a quando?
La spiegazione più semplice sarebbe quella che il suddetto pozzo potesse avere un'uscita dalla quale riverserebbe tutto quello che ingoia in un altro universo.Ma siccome non si ha ancora avuta la minima traccia di un buco bianco, ossia di un sistema che espellerebbe antigravitazionalmente energia (e di conseguenza anche la luce), è molto più probabile che l'alta gravità presente nel nucleo di un buco nero tenda a comprimere la materia a tal punto che, una volta assorbita una quantità di materia eccessiva, tenderebbe ad evaporare.
avatar
Hapgood
Scienziato
Scienziato

Numero di messaggi : 143
Punti : 27661
Reputazione : 6
Data d'iscrizione : 27.12.10
Età : 24
Località : Poggio Nativo (RI)

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum