Contatore visite
contatore visite
Statistiche
Abbiamo 68 membri registrati
L'ultimo utente registrato è ironxm

I nostri membri hanno inviato un totale di 487 messaggi in 233 argomenti
Cerca
 
 

Risultati secondo:
 


Rechercher Ricerca avanzata

Ultimi argomenti
» Il mistero di Polybius
Lun Lug 16, 2012 1:29 pm Da Hapgood

» Alcune nozioni di chimica.
Sab Ott 29, 2011 12:22 pm Da Ken-Scienza

» Perché lo skateboard rimane attaccato quando si salta?
Mer Set 21, 2011 12:59 pm Da Ken-Scienza

» Il rimbalzo del suono.
Ven Ago 12, 2011 1:04 am Da Ken-Scienza

» L'effetto Doppler
Ven Ago 12, 2011 12:33 am Da Ken-Scienza

» Cosa sono le costellazioni?
Dom Lug 24, 2011 3:51 pm Da Ken-Scienza

» Cosa piangiamo?
Sab Lug 23, 2011 4:09 pm Da Ken-Scienza

» Cos'è un fluido non newtoniano?
Ven Lug 22, 2011 12:09 am Da Ken-Scienza

» Tecnotorri: i grattaceli del futuro
Gio Lug 07, 2011 1:27 pm Da Ken-Scienza

Mi Piace ScienzaOnline
Bookmarking sociale

Bookmarking sociale Digg  Bookmarking sociale Delicious  Bookmarking sociale Reddit  Bookmarking sociale Stumbleupon  Bookmarking sociale Slashdot  Bookmarking sociale Yahoo  Bookmarking sociale Google  Bookmarking sociale Blinklist  Bookmarking sociale Blogmarks  Bookmarking sociale Technorati  



Conserva e condividi l'indirizzo di sul tuo sito sociale bookmarking

Mi piace

Buco nero vicino casa!

 :: Astronomia :: Universo

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Buco nero vicino casa!

Messaggio Da Hapgood il Lun Gen 31, 2011 9:30 pm



I dati raccolti permettono di affermare che il buco nero in questione ha appena 30 anni di vita. Se l'esistenza del buco nero fosse paragonata a quella di un uomo è come se esso fosse stato osservato dopo un solo secondo dalla sua nascita. L'oggetto da cui sarebbe nato il buco nero è stato chiamato SN 1979C e si trova nella galassia M100, molto simile alla Via Lattea, posta nella costellazione della Berenice. Fu scoperto per la prima volta nel 1979 da un giovane astrofilo. Il buco nero è il risultato dell'esplosione di una supernova, che ha cominciato ad attrarre il suo interno il materiale residuo dell'esplosione. Non è da escludere che stia divorando anche un'altra stella che ruotava attorno a quella esplosa. Durante la conferenza stampa che la Nasa ha indetto per spiegare la scoperta Daniel Patnaude del Centro Harvard-Smithsonian per la ricerca astrofisica di Cambridge ha detto: "Se quanto abbiamo determinato è corretto, il buco nero che abbiamo scoperto è il più vicino esempio della nascita di un simile oggetto che l'uomo ha mai potuto osservare". Secondo quanto si conosce la stella che ha originato il buco nero doveva avere una massa almeno 20 volte superiore a quella del Sole.

Questa scoperta è molto importante per comprendere il meccanismo che origina i buchi neri. Le forze e le energie in atto in tali oggetti infatti non sono riproducibili in laboratorio e dunque sulla loro evoluzione si possono solo fare modelli al computer. Solo l'osservazione diretta però permette di capire se le deduzioni degli astrofisici sono corrette o meno. E conoscere un buco nero al suo sorgere permetterà sicuramente di comprendere molti elementi della sua evoluzione.
avatar
Hapgood
Scienziato
Scienziato

Numero di messaggi : 143
Punti : 25551
Reputazione : 6
Data d'iscrizione : 27.12.10
Età : 24
Località : Poggio Nativo (RI)

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 :: Astronomia :: Universo

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum