Contatore visite
contatore visite
Argomenti simili
    Statistiche
    Abbiamo 68 membri registrati
    L'ultimo utente registrato è ironxm

    I nostri membri hanno inviato un totale di 487 messaggi in 233 argomenti
    Cerca
     
     

    Risultati per:
     


    Rechercher Ricerca avanzata

    Ultimi argomenti
    » Il mistero di Polybius
    Lun Lug 16, 2012 1:29 pm Da Hapgood

    » Alcune nozioni di chimica.
    Sab Ott 29, 2011 12:22 pm Da Ken-Scienza

    » Perché lo skateboard rimane attaccato quando si salta?
    Mer Set 21, 2011 12:59 pm Da Ken-Scienza

    » Il rimbalzo del suono.
    Ven Ago 12, 2011 1:04 am Da Ken-Scienza

    » L'effetto Doppler
    Ven Ago 12, 2011 12:33 am Da Ken-Scienza

    » Cosa sono le costellazioni?
    Dom Lug 24, 2011 3:51 pm Da Ken-Scienza

    » Cosa piangiamo?
    Sab Lug 23, 2011 4:09 pm Da Ken-Scienza

    » Cos'è un fluido non newtoniano?
    Ven Lug 22, 2011 12:09 am Da Ken-Scienza

    » Tecnotorri: i grattaceli del futuro
    Gio Lug 07, 2011 1:27 pm Da Ken-Scienza

    Mi Piace ScienzaOnline
    Bookmarking sociale

    Bookmarking sociale digg  Bookmarking sociale delicious  Bookmarking sociale reddit  Bookmarking sociale stumbleupon  Bookmarking sociale slashdot  Bookmarking sociale yahoo  Bookmarking sociale google  Bookmarking sociale blogmarks  Bookmarking sociale live      



    Conserva e condividi l'indirizzo di sul tuo sito sociale bookmarking

    Mi piace

    Il Big Bang.

    Andare in basso

    Il Big Bang.

    Messaggio Da Ken-Scienza il Dom Feb 06, 2011 12:06 am



    Prima che la teoria dello stato stazionario venisse sviluppata, un sacerdote belga, Georges Lemaitre, avanzò l'opinione nel 1927 che l'universo fosse nato dall'esplosione di un "atomo primordiale", facendo così nascere la teoria del big bang, come venne battezzata con intenti denigratori da Fred Hoyle per sottolineare l'assurdità.
    Ciononostante, l'idea di un singolo atomo dal quale avrebbe avuto origine l'universo attirò sostenitori come George Gamow, che sviluppò ulteriormente l'ipotesi, divenendo il padre della teoria. Essa afferma che l'universo si stia espandendo e che le galassie si stiano allontanando tra loro (come lo dimostra il fenomeno del redshift) e che quindi in un dato momento della storia dell'universo ci sia stato un punto d'origine, che fu probabilmente una singolarità gravitazionale. In questo punto d'origine si verifico una grande esplosione, dalla quale l'universo ha cominciato a espandersi e a raffreddarsi.
    Mentre la teoria del big bang andava sviluppandosi, negli anni '50 del secolo scorso l'ipotesi dello stato stazionario costituì comunque la più accreditata spiegazione della creazione dell'universo, dal momento che il concetto del nulla precedente al big bang era difficile da comprendere ed il ragionamento nel complesso troppo astruso.
    La teoria dello stato stazionario godette di grande popolarità negli anni '50, ma presto dovette scontrarsi con alcune questioni che fecero sì che la teoria del big bang guadagnasse sempre più credito, diventando la teoria più accreditata sull'origine e l'evoluzione del cosmo. Una di tali questioni fu la scoperte di galassie molto giovani chiamate radiogalassie, che emettono intense emissioni radio. La teoria dello stato stazionario sostiene che le halassie giovani si formano nell'universo, mentre la teoria del big bang afferma che non vi sono galsassie giovani, poiché tutte le galassie risalgoo al momento del bigg bang, ma che quelle più lontane appaiono ancora giovani poiché la luce e le altre radiazioni hanno impiegato miliardi di anni per raggiungerci. La scoperta che le radiogalassie erano situate a grandissima distanza dalla Terra, costituì un punto a favore del big bang.
    Il declino della teoria dello stato stazionario fu acuito dalla scoperta, compiuta nel 1963, di potenti sorgenti radio, in seguit denominate quasar (quasi-stellar radio source). Poco dopo, furono scoperti quasar che emettevano diversi tipi di radiazioni elettromagnetiche, non soltanto onde radio. Il fatto che queste sorgenti si scoprirono essere a miliardi di anni luce dalla Yerra, minò ulteriormente la teoria dello stato stazionario, secondo la quale i fenomeni galattici come i quasar sono sparsi per la galassia e non solo nelle aree pià lontane dello spazio visibile. I quasar bene si conciliano invece con la teoria del big bang, secondo la quale essi fecero parte dell'universo nel suo primo stadio di vita e risultano visibili a tali distanze poiché la luce e le altre radiazioni impiegano miliardi di anni per raggiungerci.



    PROVE A SOSTEGNO

    Se la scoperta di lontani quasar e radiogalassie screditò la teoria dello stato stazionario, essa tuttavia non basta a comprovare quella del big bang. I sostenitori di quest'ultima teoria non hanno ancora trovato una prova certa della validità delle loro supposizioni. Essi ritengono che in seguito a una grande esplosione l'universo ha cominciato ad emettere una radiazione, che si è sparsa ovunque nello spazio. Se dunque si riuscisse a rilevare l'esistenza di questa radiazione, la teoria del big bang avrebbe una prova certa. Nel 1965, Arno Penzias e Robert Wilson, ricercatori di una compagnia telefonca americanoa alle prese con una nuova antenna satellitare, cercando di eliminare i segnali di disturbo nelle comunicazioni con il satellite, scoprirono che ogni volta che tentavano di collegarsi al satellite, un debole e costante sottofondo di interferenze proveniente da tutte le direzioni continuava a far fallire i loro tentativi. Era la radiazione che stavano cercando i teorizzatori del big bang: la radiazione a microonde, poi denominata radiazione cosmica di fondo. Questa accidentale scoperta fornì alla teoria del big bang una prova fondamentale della sua valenza, accelerando il processo con il quale essa si sostituì rapidamente alla teoria dello stato stazionario per spiegare l'evoluzione dell'universo.

    La famosa immagine che vedete sopra è la mappa del cosmo alle frequenze delle microonde designata dal satellite MAP (Microwave Anisotropy Probe). La mappa indica che l'età dell'universo si aggira attorno ai 13,7 miliardi di anni. I dati rivelano inoltre che l'universo si espande ad una velocità di 71 km/s per megaparsec (1 Megaparsec o Mpc equivale a 3262 anni luce). I colori mostrano le variazioni nella temperatura dell'universo in tutte le direzioni. Ciò si correla alla densità del materiale nel momento in cui l'universo è diventato trasparente alle radiazioni, circa 380.000 anni dopo la sua creazione. Le regioni più dense ( in rosso e in giallo) sono sedi di galassie ed altre strutture. Questi dati risalgono al 2003.
    avatar
    Ken-Scienza
    Scienziato
    Scienziato

    Numero di messaggi : 356
    Punti : 37926
    Reputazione : 20
    Data d'iscrizione : 11.08.09

    Visualizza il profilo dell'utente http://scienzaonline.forumativo.com

    Tornare in alto Andare in basso

    Re: Il Big Bang.

    Messaggio Da Fuyu il Ven Mar 04, 2011 11:52 pm

    E' quasi ironico che un sacerdote avanzò per primo l'ipotesi xD

    Fuyu

    Numero di messaggi : 4
    Punti : 26522
    Reputazione : 0
    Data d'iscrizione : 17.01.11

    Visualizza il profilo dell'utente

    Tornare in alto Andare in basso

    Re: Il Big Bang.

    Messaggio Da Ken-Scienza il Sab Mar 05, 2011 2:31 pm

    Infatti, invece la teoria dello stato stazionario che venne abbandonata, fu inventata da uno scienziato xD
    avatar
    Ken-Scienza
    Scienziato
    Scienziato

    Numero di messaggi : 356
    Punti : 37926
    Reputazione : 20
    Data d'iscrizione : 11.08.09

    Visualizza il profilo dell'utente http://scienzaonline.forumativo.com

    Tornare in alto Andare in basso

    Re: Il Big Bang.

    Messaggio Da Hapgood il Lun Mar 07, 2011 8:36 pm

    non ho capito molto bn, cioè un prete ha avanzato la teoria? possibile?
    avatar
    Hapgood
    Scienziato
    Scienziato

    Numero di messaggi : 143
    Punti : 27041
    Reputazione : 6
    Data d'iscrizione : 27.12.10
    Età : 24
    Località : Poggio Nativo (RI)

    Visualizza il profilo dell'utente

    Tornare in alto Andare in basso

    Re: Il Big Bang.

    Messaggio Da Ken-Scienza il Lun Mar 07, 2011 11:57 pm

    Esatto
    avatar
    Ken-Scienza
    Scienziato
    Scienziato

    Numero di messaggi : 356
    Punti : 37926
    Reputazione : 20
    Data d'iscrizione : 11.08.09

    Visualizza il profilo dell'utente http://scienzaonline.forumativo.com

    Tornare in alto Andare in basso

    Re: Il Big Bang.

    Messaggio Da Hapgood il Mer Mar 09, 2011 3:21 pm

    pensa un po
    avatar
    Hapgood
    Scienziato
    Scienziato

    Numero di messaggi : 143
    Punti : 27041
    Reputazione : 6
    Data d'iscrizione : 27.12.10
    Età : 24
    Località : Poggio Nativo (RI)

    Visualizza il profilo dell'utente

    Tornare in alto Andare in basso

    Re: Il Big Bang.

    Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


    Contenuto sponsorizzato


    Tornare in alto Andare in basso

    Tornare in alto

    - Argomenti simili

     
    Permessi di questa sezione del forum:
    Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum