Contatore visite
contatore visite
Statistiche
Abbiamo 68 membri registrati
L'ultimo utente registrato è ironxm

I nostri membri hanno inviato un totale di 487 messaggi in 233 argomenti
Cerca
 
 

Risultati secondo:
 


Rechercher Ricerca avanzata

Ultimi argomenti
» Il mistero di Polybius
Lun Lug 16, 2012 1:29 pm Da Hapgood

» Alcune nozioni di chimica.
Sab Ott 29, 2011 12:22 pm Da Ken-Scienza

» Perché lo skateboard rimane attaccato quando si salta?
Mer Set 21, 2011 12:59 pm Da Ken-Scienza

» Il rimbalzo del suono.
Ven Ago 12, 2011 1:04 am Da Ken-Scienza

» L'effetto Doppler
Ven Ago 12, 2011 12:33 am Da Ken-Scienza

» Cosa sono le costellazioni?
Dom Lug 24, 2011 3:51 pm Da Ken-Scienza

» Cosa piangiamo?
Sab Lug 23, 2011 4:09 pm Da Ken-Scienza

» Cos'è un fluido non newtoniano?
Ven Lug 22, 2011 12:09 am Da Ken-Scienza

» Tecnotorri: i grattaceli del futuro
Gio Lug 07, 2011 1:27 pm Da Ken-Scienza

Mi Piace ScienzaOnline
Bookmarking sociale

Bookmarking sociale Digg  Bookmarking sociale Delicious  Bookmarking sociale Reddit  Bookmarking sociale Stumbleupon  Bookmarking sociale Slashdot  Bookmarking sociale Yahoo  Bookmarking sociale Google  Bookmarking sociale Blinklist  Bookmarking sociale Blogmarks  Bookmarking sociale Technorati  



Conserva e condividi l'indirizzo di sul tuo sito sociale bookmarking

Mi piace

Come si forma l'Arcobaleno?

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Come si forma l'Arcobaleno?

Messaggio Da Ken-Scienza il Ven Mar 18, 2011 4:11 pm


Il fenomeno della dispersione spiega il formarsi dell’arcobaleno dopo un temporale. La luce
attraversando le gocce d’acqua presenti nell’atmosfera, viene scomposta nei suoi sette colori e da
origine all’arcobaleno che si può osservare solo volgendo le spalle al Sole.
Le goccioline d’acqua che rimangono sospese nell’aria dopo la pioggia si comportano come tanti
piccoli prismi naturali. Ciascuna gocciolina scompone la luce solare bianca in un minuscolo spettro.
Osservando le goccioline più in alto si vedono solo i rossi. Quindi la parte superiore dell’arcobaleno
è sempre una striscia di colore rosso. Al di sotto ci sono gli altri sei colori dello spettro visibile.
Tutte queste strisce hanno una forma curva per il modo in cui il fenomeno è visto dal suolo.

Perché l’arcobaleno assume la forma di un arco?
Un monaco tedesco, Teodorico di Freiberg, oltre sei secoli fa, utilizzando bocce di vetro piene
d’acqua, spiegò gli aspetti essenziali dell’arcobaleno in termini di riflessione della luce solare sulla
parete interna delle goccioline d’acqua sospese nell’atmosfera.
Innanzitutto il Sole deve essere alle spalle dell’osservatore.
Inoltre, benché la luce colpisca la goccia in tanti punti diversi, il massimo dell’intensità luminosa
per i raggi uscenti e diretti verso l’osservatore, si ottiene quando l’angolo con i raggi provenienti dal
Sole è di 42 gradi. In realtà poco meno di 42 gradi per il violetto e poco più di 42 gradi per il rosso. Questo spiega perché il colore rosso occupa sempre la parte più alta della striscia. Per ragioni di simmetria, la luce giunge all’osservatore principalmente da goccioline che si trovano su di un arco circolare, lungo dei punti dove i raggi solari e i raggi riflessi formano l’angolo voluto. L’osservatore si trova sull’asse della circonferenza e se si sposta ha la netta sensazione che l’arcobaleno si muove con lui mantenendo sempre identica forma e posizione.
Non si può definire invece la distanza tra osservatore ed arcobaleno, le goccioline possono essere a
pochi metri o a chilometri di distanza, non importa, purché soddisfino il requisito dei 42 gradi di
angolo. È possibile realizzare un arcobaleno in giardino utilizzando un semplice tubo per innaffiare.
L’esperimento dovrebbe essere realizzato nel tardo pomeriggio, quando il Sole è sceso circa a metà
della sua altezza massima sull’orizzonte. Volgere le spalle al sole e far uscire dal tubo uno spruzzo
d’acqua sottile. Dirigere lo spruzzo in alto nell’aria. Si può osservare la comparsa di un piccolo
arcobaleno che è reso più evidente se sullo sfondo c’è una chiazza d’ombra scura
avatar
Ken-Scienza
Scienziato
Scienziato

Numero di messaggi : 356
Punti : 36406
Reputazione : 20
Data d'iscrizione : 11.08.09

Vedi il profilo dell'utente http://scienzaonline.forumativo.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: Come si forma l'Arcobaleno?

Messaggio Da Hapgood il Ven Mar 18, 2011 4:47 pm

sisi io spesso e volentieri lo faccio questo giochetto.. Smile
avatar
Hapgood
Scienziato
Scienziato

Numero di messaggi : 143
Punti : 25521
Reputazione : 6
Data d'iscrizione : 27.12.10
Età : 24
Località : Poggio Nativo (RI)

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum