Contatore visite
contatore visite
Statistiche
Abbiamo 68 membri registrati
L'ultimo utente registrato è ironxm

I nostri membri hanno inviato un totale di 487 messaggi in 233 argomenti
Cerca
 
 

Risultati secondo:
 


Rechercher Ricerca avanzata

Ultimi argomenti
» Il mistero di Polybius
Lun Lug 16, 2012 1:29 pm Da Hapgood

» Alcune nozioni di chimica.
Sab Ott 29, 2011 12:22 pm Da Ken-Scienza

» Perché lo skateboard rimane attaccato quando si salta?
Mer Set 21, 2011 12:59 pm Da Ken-Scienza

» Il rimbalzo del suono.
Ven Ago 12, 2011 1:04 am Da Ken-Scienza

» L'effetto Doppler
Ven Ago 12, 2011 12:33 am Da Ken-Scienza

» Cosa sono le costellazioni?
Dom Lug 24, 2011 3:51 pm Da Ken-Scienza

» Cosa piangiamo?
Sab Lug 23, 2011 4:09 pm Da Ken-Scienza

» Cos'è un fluido non newtoniano?
Ven Lug 22, 2011 12:09 am Da Ken-Scienza

» Tecnotorri: i grattaceli del futuro
Gio Lug 07, 2011 1:27 pm Da Ken-Scienza

Mi Piace ScienzaOnline
Bookmarking sociale

Bookmarking sociale Digg  Bookmarking sociale Delicious  Bookmarking sociale Reddit  Bookmarking sociale Stumbleupon  Bookmarking sociale Slashdot  Bookmarking sociale Yahoo  Bookmarking sociale Google  Bookmarking sociale Blinklist  Bookmarking sociale Blogmarks  Bookmarking sociale Technorati  



Conserva e condividi l'indirizzo di sul tuo sito sociale bookmarking

Mi piace

Spazzatura spaziale? non più con Cubesail

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Spazzatura spaziale? non più con Cubesail

Messaggio Da Hapgood il Dom Apr 10, 2011 9:56 pm


In questo forum abbiamo già menzionato la questione dell'inquinamento spaziale, cosa davvero allarmante e anche pericolosa per eventuali e prossime spedizioni e missioni nello spazio. Ma come risolvere questo problema? Ci hanno pensato alcuni scienziati britannici, che sostengono di aver trovato la soluzione. Una soluzione piuttosto "maneggevole" che sta in un cubo di 3 chilogrammi, CubeSail.



Dopo l'allarme lanciato dal Centro Nazionale di Studi Spaziali francese (Cnes) qualche mese fa, che denunciava la presenza di oltre 19 mila oggetti vaganti attorno all'orbita terrestre, il mondo della scienza ha pensato bene di trovare una soluzione a questo problema non da poco.

CubeSail, pur essendo di piccole dimensioni (10x10x30 centimetri), una volta lanciato nello spazio apre le sue "vele", speciali pannelli dotati di armatura metallica con una superficie pari a 25 metri quadrati capaci di spostare i rifiuti verso l'atmosfera. Costituiti da uno speciale polimero, i pannelli sono stati pensati per sfruttare il vento solare e quindi spostarsi più facilmente. Quest'ultima non è una novità: altri veicoli usano già il vento solare per spostarsi, ma CubeSail sarà il primo ad utilizzarlo per andare a cercare la spazzatura in orbita.

Due sono gli scopi fondamentali per cui CubeSail potrebbe usato: il primo, è quello di andare a recuperare i relitti spaziali, trascinandoli dall'orbita terrestre fino a farli entrare nell'atmosfera, dove l'attrito li distruggerebbe; CubeSail sarebbe poi utile incorporato nei satelliti, ossia a monte del problema spazzatura. La presenza di questo cubo nei vettori che in futuro saranno lanciati nello spazio, ne garantirebbe infatti l'autodistruzione, grazie all'apertura delle vele nel momento in cui i veicoli avranno compiuto la loro missione, cosi da evitare inquinamento spaziale.

Una soluzione efficace e relativamente 'poco' costosa: il cubo costa poco più di un milione di euro. Il CubeSail verrà testato il prossimo anno.
avatar
Hapgood
Scienziato
Scienziato

Numero di messaggi : 143
Punti : 24931
Reputazione : 6
Data d'iscrizione : 27.12.10
Età : 23
Località : Poggio Nativo (RI)

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum